SRI LANKA, il viaggio dei 5 sensi

Pescatori sui Trampoli
Shares

Tra colori, profumi, spirito e relax.

…ero lì, tutta presa dai mille preventivi da terminare, con i fumi alle orecchie per l’attività multi-tasking richiesta a un agente di viaggio che si rispetti… squilla il telefono per l’ennesima volta della giornata e penso “noooooo…non siamo un call center, bastaaaaaaa”, ma qui entra in azione la mia ridottissima attitudine ZEN ed alzo la cornetta rispondendo con professionalità e voce “non isterica”…

Ebbene si, non era la “settordicesima” chiamata della stessa persona che dalla mattina era “bloccato” con un check-in online di un biglietto fatto in internet (è il karma ragazzi…ehmmmmm), bensì la responsabile di un noto tour operator che mi stava invitando a un fam-trip in Sri Lanka.

“Entro un’ora devi dirmi se sei interessata a partire, altrimenti ho altre persone da chiamare”.

Il tempo di un whatsapp alla famiglia, di fare mente locale di dove ho cacciato tutta la roba estiva durante il cambio stagione degli armadi, ed esattamente 10 minuti dopo… “ok, parto, sono dei vostri”.

La pazzia che mi contraddistingue in queste decisioni speedy è la stessa che mi ha portato in 30 secondi -il giorno stesso del mio rientro dallo Sri Lanka- a farmi il biglietto per Marrakech, per il viaggio di gruppo di MBP appena terminato, guadagnandomi a tutti gli effetti – insieme a Sabrina, Silvia e Laura – l’appellativo di “fulminata”!!!

Partenza da Malpensa con Qatar Airways, arrivo a Colombo, 4 ore di fuso, e appena atterrati già ci attende una giornata intensa.

All’arrivo, subito dopo la prima sensazione di afa (35°C) uscendo dall’aeroporto, mi pervade immediatamente un turbinio di colori, suoni e profumi

Tessuti pregiati, vesti tradizionali dai colori sgargianti si muovono adagio lungo le gambe di queste bellissime donne cingalesi. Controllo passaporti, code immense e ci aspetta un “brevissimo” trasferimento in pullman a Kandy. Durata tragitto: 3 ore!

Kandy, ultima capitale storica dello Sri Lanka, ci accoglie tra i clacson e le corse sfrenate dei tuk-tuk, le voci dei venditori del mercati di strada, il tutto in netto contrasto con la quiete che trasmettono le numerosissime statue di Buddha lungo le strade, protette in giganti teche di vetro, quasi a difendere l’aurea di silenzio che avvolge le statue stesse.

Facciamo una breve passeggiata all’interno del mercato generale dove i colori la fanno da padrone… e viene voglia di assaggiare tutto!!!

Ma torniamo a noi, siamo a Kandy per un motivo ben preciso:  Buddha in tutte le salse! Buddha seduto, Buddha sdraiato, Buddha in posizione Ohm, Buddha in posizione Asana… insomma, abbiamo capito che lo Sri Lanka è un Paese Buddhista…

Ed è proprio il Buddhismo che ogni anno, nel primo pleniunio di agosto, porta a Kandy una delle processioni più belle di tutto il Mondo, con una parata di più di 200 elefanti agghindati, fino al TEMPIO DEL DENTE DI BUDDHA.
Tempio del Dente di Buddha
Tempio del Dente di Buddha

Questo Tempio rappresenta uno dei maggiori centri di pellegrinaggio buddhista AL MONDO!!! All’esterno un silenzio tombale ci accoglie, fino ad arrivare al suo interno dove una miriade di credenti buddhisti ci “allietano” con le loro preghiere “in musica”.

Più di un canto è una sorta di brusio, tipico di luoghi in cui la fede è il fulcro della cultura locale. In questi luoghi però il brusio diventa melodia, musica del cuore, e in un attimo ti senti parte integrante di un universo effimero in cui sei inciampato a pié pari.

Terminata la visita della parte religioso-culturale dello Sri Lanka, e soprattutto trascorsa una gran nottata di riposo, sono pronta il giorno successivo per la parte NATURALISTICA di questo viaggio: le piantagioni del the e il giardino delle spezie di Dambulla, spezie per cui l’isola di Sri Lanka è famosa a livello mondiale.

Quasi d’obbligo la dimostrazione di cucina tradizionale con l’impiego di alcune delle principali varietà di zafferano, cumino, pepe, coriandolo e molte altre riconosciute anche dalla medicina tradizionale ayurvedica come curative di numerose patologie.

Così, dopo aver quasi rischiato il soffocamento per aver voluto a tutti i costi provare quasi tutto dimenticandomi di non essere in grado di affrontare spezie piccanti, siamo di nuovo “on the road” a bordo dei TUK-TUK per l’impresa più ardua di questo itinerario: la salita alla Fortezza Del Leone di Sigiriya.

Tuk Tuk
Tuk Tuk

Riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità, la Fortezza, costruita su uno sperone roccioso, è datata V secolo. Durante la salita a piedi, si attraversa la Galleria dello Specchio dove è possibile ammirare i dipinti rupestri dedicati alle Damigelle delle Nuvole.

Dalla sommità della roccia infine, dopo circa 1200 scalini di sfacchinata (maledetta me quando mi crogiolo sul divano anzichè correre in palestra!!!), si viene ripagati di tutta la fatica fatta.

Mi attende un panorama celestiale!!! Sembra di stare seduti su una nuvola ad osservare la lussurreggiante foresta che circonda tutta la Fortezza.

Come già detto, durante questo viaggio i BUDDHA non ci abbandonano mai, ed eccoli ricomparire nuovamente a DAMBULLA, alla Roccia D’Oro.

Si tratta di una successione di grotte – all’interno di un complesso di oltre 2000mq – nelle quali si trovano, di nuovo: distese/supine/sedute/in piedi/e chi più ne ha più ne metta, circa 150 immagini e statue di Buddha.

Attenzione però: non è ammesso entrare con le scarpe, e con gambe-braccia e testa scoperti… praticamente con 40gradi all’ombra quindi ci bardiamo tutti e ci “immergiamo” in questa sauna-vivente!!!

Ed eccoci arrivati infine al posto in cui incontro i miei “migliori amici”! Ci troviamo a PINNAWELA… precisamente all’orfanotrofio degli elefanti.

Volete saperne di più???

Seguitemi.. nella prossima parte del racconto di questo viaggio spettacolare!!!

[Marika]

Shares
Marika Brusco

Marika Brusco

Agente di viaggio da 11 anni. Ama la musica, la lettura, la fotografia e tutto ciò che caratterizza la curiosità.  Curosità quale elemento essenziale per l'animo di un viaggiatore.  Nei viaggi è un ossimoro vivente: ama il caldo e il freddo, la montagna e il mare, il b&b e il resort di lusso, il tour guidato e il fly&drive... insomma, l'importante è avere la valigia sempre pronta, vuota, da riempire di emozioni!! marika.brusco@myboardingpass.it

Lascia un commento