Sito Web per Agenzie di Viaggio: 5 consigli per renderlo subito efficace

sito web agenzia di viaggio
Shares

Il sito web è la croce e delizia degli agenti di viaggio, più croce direi. Subito un punto fisso: le agenzie di viaggio devono avere un sito web.

Ultimamente, durante un corso per agenzie viaggi, uno dei presenti mi ha lasciato senza parole dicendomi: “Un paio d’anni fa in un corso a Roma, il docente ci ha detto che il sito per le agenzie viaggi non serve più a nulla, che la soluzione ideale è spostare tutto su Facebook”.

Sono quelle affermazioni da cui devi scappare e soprattutto devi evitare di regalare soldi a figure del genere… perché?

Il sito è casa tua, nessuno te la toglierà mai, i social media no! Non hai controllo su di loro e se domani chiudono i tuoi “fan” sono persi per sempre.

Il sito è la centralità di qualsiasi strategia, l’obiettivo nel 90% dei casi è portare persone su una pagina ben definita (a seconda di ciò che vuoi ottenere).

Eccoti 5 consigli per renderlo subito efficace, se inizi a pensarlo come casa tua, l’analogia sarebbe: come farla trovare in ordine e funzionale per i tuoi ospiti.

Deve essere il TUO sito

Banale, ma nel mondo delle agenzie viaggi sono tante le realtà che hanno deciso di appoggiarsi a siti di network e si trovano soltanto con una pagina a disposizione o poco più.

In questo caso:
– non hai nessuna flessibilità
– sei quasi introvabile in mezzo alla massa
– tanti prodotti e… confusione
– alla fine non è casa tua

L’unica possibilità è avere un sito proprio, ormai i costi si sono abbassati e l’investimento è affrontabile, ma soprattutto ti permetterà di sviluppare strategie, ovvero lavorare.

Anche la gestione è diventata molto semplice, si tratterà soltanto di caricare una serie di contenuti mirati. Ne parleremo in un altro articolo, ma ricorda una cosa importante: “less is more”, non voler inserire TUTTO all’interno del sito!

Deve essere responsive

Altro punto ormai assodato nel 2017/2018, anche se vedo centinaia di siti per le realtà turistiche che non lo sono ancora.

Responsive significa che la visualizzazione del tuo sito si adatta a seconda dello strumento che utilizziamo: da computer lo vedremo in un modo, da telefono o tablet si adatterà e rimarrà leggibile e ben visibile.

Per fare tutto ciò serve avere un tema grafico che permetta questo… e oggi il 100% dei temi che possiamo scegliere sono così. Quindi, se non lo hai ancora fatto e il tuo tema è vecchiotto, pensa di cambiarlo perché la visione da mobile è sempre più in crescita.

Deve avere i CONTATTI visibili

Pensa a questo: abbiamo lavorato bene, con una strategia che sta funzionando, magari su Facebook o Instagram e stanno arrivando visite a una determinata pagina del sito.

Quando arrivano, dopo aver letto il contenuto, sono interessati a un preventivo o a contattarti per qualsiasi richiesta e, in tanti casi, devono cliccare su un pulsante che li rimanda a una pagina contatti e MAGARI c’è un form con “tot” campi da compilare per una semplice informazione.

Non è il tuo caso lo so, ma ce ne sono tanti!

In homepage, come in TUTTE le pagina del tuo sito devono essere ben visibili i contatti ovvero numero di telefono, eventualmente cellulare con la disponibilità di whatsapp e indirizzo e-mail.

E tutti devono essere “linkati”, ovvero cliccandoci sopra devono portarmi al programma di posta o alla possibilità di chiamarti nel caso stia guardando da mobile.

Questo fa davvero la differenza. I form per informazioni sono morti, evitali come la peste.

Devi permettere all’utente di fare un viaggio coerente

Nell’inserimento di contenuti sul tuo sito, nella scelta delle categorie devi sempre metterti nei panni di un possibile utente.

Se arrivo su un sito con decine di categorie, prodotti ordinati senza una logica, io non so come muovermi e abbandono subito la pagina.

Di solito l’utente arriva su una pagina di un prodotto e non in homepage, bene! da quella pagina deve poter compiere un viaggio lineare e coerente, ad esempio:

  • Se è interessato davvero al prodotto mi deve poter contattare in modo veloce.
  • Se vuole rimanere sul mio sito gli devo offrire l’opportunità e invogliarlo a navigare su prodotti simili a quello (ci sono plugin gratuiti che permettono di mostrare articoli simili).

Deve essere uno strumento di lead generation

Ne abbiamo già parlato nell’articolo in cui ti consigliavo alcuni metodi per fare lead generation, ovvero acquisire nuovi contatti. Il primo punto era proprio dedicato al sito web.

E qui lo ribadisco, il sito è uno dei luoghi migliori in cui raccogliere indirizzi e-mail e allargare il tuo database di possibili clienti.

Ecco perché il sito web della tua agenzia viaggi deve avere un form di iscrizione in tutte le pagine e che risponda a determinati requisiti:

– che sia ben visibile
– che sia semplice, ovvero richiedi soltanto nome (anche senza il cognome) e indirizzo e-mail
– che sia interessante, ovvero che ci sia un motivo per cui io sia invogliato a iscrivermi (potrebbe essere un regalo, uno coupon sconto, un video… qualcosa di utile)

Ultimo, ma non meno importante, dovrebbe essere tutto automatizzato in modo che chi si iscrive riceva in automatico ciò che gli hai promesso, ma anche che entri in una serie di e-mail che gli manderai a cadenza regolare e che tu hai preparato per tutti quelli che si iscrivono.

Lo puoi fare con qualsiasi programma di gestione newsletter ed e-mail marketing, ad esempio Mailchimp, Mail up, SendinBlue.

In pratica chiunque ti dia il suo indirizzo e-mail entra in quello che viene definito funnel di marketing (imbuto di marketing), poi starà a te creare la strategia perfetta per portarlo a diventare un cliente.

Di questo ne parleremo in futuro, se hai bisogno di consigli o informazioni non esitare a commentare qui sotto oppure a scrivermi.

Come avrai capito considero il sito web di un’agenzia viaggi il cuore del sistema, il luogo (determinate pagine) in cui portare la maggior parte del traffico che genero con strategie sui social media, offline o con altri strumenti.

Un saluto
Cristiano

Shares