Shinkansen, benvenuti a bordo!

Shinkansen
Shares

Spazio, ultima frontiera. Questi sono i viaggi della nave stellare Enterprise. La sua missione è quella di esplorare strani nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita e di nuove civiltà, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima.
[Star Trek]

Stop, stop, stop! Non siamo dispersi tra la costellazione del Cigno e Cassiopea, nè siamo partiti in compagnia di J. T. Kirk ed equipaggio. Semplicemente siamo approdati in estremo Oriente, dove realmente abbiamo visto cose che voi umani…

D’accordo, la smetto con le citazioni cinematografiche e vi presento lui, Sua Maestà lo Shinkansen.

Shinkansen

In oriente è una vera istituzione dal lontano 1959, quando per la prima volta Tokyo e Osaka furono collegate dal progetto dell’alta velocità. Nel 1964, in occasione delle Olimpiadi di Tokyo, questo convoglio superveloce vide finalmente la luce e da allora i progressi non hanno mai smesso di lasciarci a bocca aperta.

Laura al cospetto di Sua Maestà Shinkansen
Laura al cospetto di Sua Maestà Shinkansen

Diamo qualche numero?

  • 1992: lo Shinkansen contava una 23.000 passeggeri all’ora;

  • 1996: nel mattino del 26 luglio, uno Shinkansen ha raggiunto la velocità record di 443 km/h;

  • il treno proiettile ha solo 2 classi, in pieno accordo con i principi orientali di purezza senza fronzoli: prima e seconda;

  • gli Shinkansen viaggiano ogni giorno dalle 6 alle 24 – di notte le tratte sono percorse da treni “test” detti Doctor Yellow, che prevengono eventuali guasti alle linee;

  • una tratta tipo Tokyo – Hiroshima (821 km) viene percorsa in 3 h e 47 minuti;

  • in 40 anni di attività i treni proiettile non hanno avuto alcun tipo di incidente o deragliamento causati da errori umani;

  • oggi il JR Group sta lavorando su una nuova generazione di treni a levitazione magnetica!

Vi assicuro che quando si è sulla piattaforma in attesa e uno Shinkansen vi transita alle spalle, non si ha nemmeno il tempo di voltarsi a guardarlo, perché in un attimo è già passato. Una sensazione da brivido assicurato!

g(3)

Inoltre, ogni piattaforma è corredata da precise linee dipinte a terra atte a segnalare il punto esatto in cui la porta del treno si aprirà (e si aprirà esattamente laddove è previsto, non un centimetro oltre).

In questo modo i passeggeri, disposti in una ordinatissima fila alla giapponese (in genere della durata di 30 secondi contati), possano salire a bordo con facilità e lo Shinkansen possa ripartire senza intoppi.

Insomma, se non è come partire a bordo della USS Enterprise, poco ci manca!

Ah, e se state viaggiando da Tokyo verso  Kyoto, non dimenticate di sedervi sulla destra (scegliete i posti D ed E), perché lo spettacolare Monte Fuji apparirà maestoso in tutta la sua bellezza!

Shares
Laura Maisano

Laura Maisano

Spericolata viaggiatrice, prima che agente di viaggio. Maggiolina, occhi blu. Capricciosa, amante del vino, creativa ed entusiasta di tutto. Per lei se un viaggio non è un'avventura, allora non vale la pena partire. laura.maisano@myboardingpass.it

Lascia un commento