Marrakech segreta

Marrakech segreta
Shares

E’ stato il primo viaggio di gruppo Myboardingpass e non potevamo scegliere meta più evocativa della città rosa.

Al di là dei luoghi più fotografati come la Medina, la scuola coranica Ben Youssef, la caotica piazza Jemaa-el-Fna e i labirintici souk, Marrakech possiede un’anima segreta e incredibilmente suggestiva.

Questa caratteristica la si respira ovunque per le strade polverose di una città che è letteralmente senza tempo. Camminando per le sue vie, ci si imbatte in mille e più porte. Sono proprio loro le testimoni di un passaggio segreto verso una realtà, un mondo e persino un tempo differente da quello da cui si proviene.

Ed allora si immaginano giardini rigogliosi, danzatrici conturbanti, occhi enigmatici celati dietro veli colorati, opulenti sultani e guardie armate di scimitarre dallo stravagante vestiario. E ancora, donne senza voce intente a preparare il tè o bambini chiassosi rincorrersi e divertirsi con giocattoli improvvisati.

IMG_20170327_154519_resized_20170407_112817465 IMG_20170327_154912_resized_20170407_112815248 IMG_20170327_163342_resized_20170407_112814043

Dalle inesauribili cromie infinitamente differenti e dalle architetture sempre nuove, questi aditi possono trovarsi come di consueto all’ingresso di una casa, ma altrettanto spesso è possibile imbattersi in un misterioso uscio socchiuso verso un universo sconosciuto nel bel mezzo di un’arteria secondaria della città d’arenaria rosa.

IMG_20170327_164617_resized_20170407_112812359 IMG_20170328_100049_resized_20170407_112811872 IMG_20170328_114258_resized_20170407_112858721

Catapultati non solo con l’immaginazione oltre ognuno di questi usci, Marrakech si rivela per l’universo irreale che è, facendoci comprendere che il suo tesoro non è tangibile, ma è rappresentato dalla sua atmosfera viva. Una vera e propria anima vibrante, quasi avesse voce propria, rapisce e colpisce con la potenza di un pugno allo stomaco.

IMG_20170328_114240_resized_20170407_112929117 IMG_20170327_163423_resized_20170407_112813099 IMG_20170328_131223_resized_20170407_112859845

La Perla del Sud non lascia indifferenti: è quasi una personificazione di sé stessa. E come un essere umano, possiede un suo profumo caratteristico. Dovunque nell’aria si diffondo effluvi stuzzicanti di tè alla menta, zagara, cannella e spezie. Questo l’odore tipico della pelle di Marrakech.

IMG_20170328_131243_resized_20170407_112930161 IMG_20170328_134913_resized_20170407_112901412 

Una sensazione che vale il viaggio, perché muoversi per scoprire è senza dubbio interessante, ma viaggiare per sentire è davvero tutta un’altra storia.

Shares
Laura Maisano

Laura Maisano

Spericolata viaggiatrice, prima che agente di viaggio. Maggiolina, occhi blu. Capricciosa, amante del vino, creativa ed entusiasta di tutto. Per lei se un viaggio non è un'avventura, allora non vale la pena partire. laura.maisano@myboardingpass.it