Isola di Holbox

Isola di Holbox
Shares

Dove il tempo scorre lento.

Esitono ancora piccoli paradisi quasi incontaminati e fuori dai soliti circuiti turistici. L’isola di Holbox, Quintana Roo – Messico – ne è un esempio.
Ho scelto Holbox come “momento di relax” al termine di un on the road in Messico (o meglio, on the bus!). L’isola si raggiunge con un bus di linea in partenza da Cancun in circa 2 ore e 30 minuti fino al porto di Chiquilà. I bus sono puliti, sicuri e con aria condizionata. C’è solo una corsa al giorno quindi consiglio di munirsi di biglietto in anticipo. Il tragitto è scorrevole, si incontrano piccoli villaggi colorati dove gli abitanti sembrano attendere il passaggio del bus pubblico per salutare i viaggiatori.

Una volta raggiunto il porto di Chiquilà si prende uno dei tanti traghetti che si trovano sul molo, il biglietto in questo caso si fa sul posto in base alla prima partenza disponibile, la durata è di circa 30 minuti ed il mare è sempre calmo.

Molo di Chiquilà
Molo di Chiquilà

Una volta raggiunta l’Isola di Holbox saprete di essere in un luogo dove il tempo si è fermato…

taxi
Isola di Holbox – Taxi

L’isola si gira in bicicletta o con le golf car, qui i mezzi a motore non esistono! Le strade non sono asfaltate quindi preparatevi a camminare tra sentieri polverosi e a schivare profonde buche! Il cuore dell’isola è la piccola piazza dove si trova l’ufficio postale, la scuola, la stazione di polizia (gli unici ad avere una vera e propria auto) e una vasta gamma di piccoli market e ristorantini tipici. Le sue case sono basse e la parola d’ordine qui ad Holbox è colore!

L’isola ed i suoi abitanti sono aperti a qualunque tipologia di viaggiatore: i backpakers potranno alloggiare nei campeggi sulla spiaggia e affittare un’amaca per pochi pesos (auguri per la schiena); per chi invece preferisce letti veri e servizi privati, l’offerta è varia e si spazia dal piccolo hotel economico al più lussuoso, con biancheria firmata, camerieri in divisa e comodi lettini imbottiti in riva al mare.

Perchè venire a Holbox?

Per la pace e la tranquillità che questo posto sa regalare. Per le passeggiate kilometriche che potrete fare al mattino nella lunga spiaggia di sabbia bianca. Per il cibo, straordinariamente fresco e buono. Per le attese per il cibo, durante le quali “sarete costretti” a bere almeno due birre! Per vedere i pescatori che “lottano” con gabbiani, aironi e pellicani al rientro dalle battute di pesca. Per nuotare con delfini e docili squali balenaEl Tiburon – (da maggio a settembre) nelle calde acque che circondano l’isola. Per i fenicotteri rosa che volano a pelo d’acqua non curanti di chi prende il sole o fa il bagno.

Perchè è un luogo speciale, dove il tempo scorre lento e non ci sono motivi validi o controindicazioni per non venire sull’Isola di Holbox.

Shares
Silvia Cuppari

Silvia Cuppari

Agente di Viaggio e viaggiatrice incallita. Alla domanda "Andiamo?" risponde "SI" senza conoscere la meta. Ama il cibo, tutto e di qualsiasi provenienza, la fotografia e i libri. Ha problemi di shopping compulsivo per scarpe e occhiali da sole ma sta lavorando per risolverli...