Cosa mangiare in Giappone oltre al Sushi

Tonkatsu
Shares

A tavola in Giappone senza sushi e sashimi? Yes, you can!

La cucina in Giappone viene spesso ed erroneamente identificata con sushi e sashimi, ma chi non ama il pesce e sta programmando un viaggio nel Sol Levante non deve intimorirsi…anzi! La tradizione culinaria giapponese vanta innumerevoli pietanze che appagano sia il palato che la vista: un aspetto fondamentale della cucina è infatti la cura del piatto, che viene presentato con una precisione quasi maniacale! Quindi ecco alcuni consigli su cosa mangiare in Giappone oltre al Sushi…

Hiroshimayaki
Mangiare in Giappone: Hiroshimayaki

Durante il mio viaggio in Giappone ho avuto la possibilità di sperimentare i sapori della cucina tradizionale, e tre sono i piatti che mi sono piaciuti in modo particolare: l’okonomiyaki, la tempura e il tonkatsu.
L’okonomiyaki è una frittata a base, oltre che di uova, di cavolo cappuccio e carne di maiale. Io vi sto proponendo la versione di Hiroshima, ma ogni città ha la sua variante che la rende speciale! L’okonomiyaki di Hiroshima, che viene chiamato anche Hiroshimayaki, ha un tocco caratteristico che viene dalla salsa con cui questa frittella viene spennellata a fine cottura e che le conferisce un gusto agrodolce…e a completare il piatto: croccantissimi semi di sesamo!!! 🙂

 

Tempura (3)
Mangiare in Giappone: Tempura!

Al secondo posto della mia classica sulla cucina in Giappone c’è sicuramente la tempura: leggerissima e saporitissima, viene proposta di pesce ma anche di verdure (che è quella che ho scelto io). Funghi shitake, cavolfiore, carote e zucchine tutti avvolti in una panatura bianca e croccante!!
Il top è gustarsela in uno dei ristoranti tipici dove ci si siede, o meglio, ci si inginocchia, direttamente sul tatami…e anche questa, ve l’assicuro, è un’esperienza! Ovviamente non sono riuscita a restare in ginocchio fino alla fine della cena, e già a metà serata mi trovavo sdraiata con le gambe distese e i piedi dall’altra parte del tavolo!!! 🙂 Circondata da coppiette di giapponesi mi sono sentita un po’ in imbarazzo, ma poi ci siamo scambiati qualche sorriso e io ho mantenuto la mia comodissima posizione!!

Al vertice della mia classifica si trova senza dubbio il tonkatsu, che non è una parolaccia, ma una cotoletta gustosissima! La ricetta originale prevede che sia di maiale (lonza o filetto), ma a Kyoto l’ho trovata anche di filetto di manzo…una delizia!
Che poi sembra una semplice cotoletta, ma non lo è. Sì perché la panatura è un qualcosa di inspiegabile: non è per niente unta e, soprattutto, la carne all’interno resta morbidissima! Insomma, va assolutamente provata!!!
A me questa prelibatezza è piaciuta così tanto che in dieci giorni l’ho mangiata ben tre volte, di cui l’ultima è stata fenomenale! Oltre alla carne, infatti, ci ho aggiunto anche le polpette di verdure fritte!!

Una delle cose che ho apprezzato di più è stato senza dubbio il brodo di miso che accompagnava immancabilmente ogni piatto. Che poi, da brava veronese, posso garantire che una buona tazza di brodo caldo (almeno d’inverno) ci sta sempre bene!!IMG_20160813_130112

Shares
Francesca Campo

Francesca Campo

Lavora nell’agenzia della madre da 4 anni, ma da brava figlia di agente di viaggi la sua passione e la sua curiosità verso il mondo iniziano quando era ancora nel pancione. Da quel momento la sua voglia sfrenata di vedere e conoscere non si è più fermata, e non appena ne ha la possibilità prepara le valigie e parte. francesca.campo@myboardingpass.it

Lascia un commento